Non è rancore e nemmeno rabbia

Per ora almeno. Certamente è dissenso ! Forte e convinto, non cieco.

Cala il pil, cresce la disoccupazione … non precisamente buone notizie.

A meno degli effetti di un rallentamento generale che va ben oltre i confini nostrani, noi in Italia continuiamo ad essere un passo indietro. Quindi per me casi sono due:

a) è colpa dei governi precedenti; allora significa che questo governo fino ad ora (e ormai è già insediato da un po’) è stato inefficace / ininfluente;

b) il governo attuale è una inefficace ed ininfluente banda di incompetenti, cialtroni superficiali, quando non in malafede.

Il trionfo del l’ignoranza arrogante.

Questa è una mia opinione, ovviamente, ma se un esponente di questo governo può serenamente ricorrere ai “lei non sa chi sono io !” oppure ai “io sono stato eletto” (sottintendendo che in forza di ciò può dire qualsiasi stupidaggine e pretendere che sia legge), potrò ben io continuare a sostenere pubblicamente di non sentirmi minimamente rappresentato da questi signori, anzi di essere in totale disaccordo con loro nel merito e nel metodo delle loro azioni (?) di governo ?

Si certo che posso, anzi, devo.

Continuo a non sentir parlare seriamente e concretamente di istruzione e di educazione (se non per ridicole quanto dannose campagne di disinformazione scientifica), di ambiente (se non per una cacofonia contraddittoria di frasi fatte su termovalorizzatori e terra dei fuochi), di cultura e di valorizzazione, questa si, del nostro patrimonio culturale. E come lo si potrebbe pretendere da cime quali la sig.ra Castelli e il sig. Toni Nelli da un lato e da aspiranti “ducetti” in malafede che proprio sulla ignoranza e sul timore della conoscenza hanno fondato il loro potere politico attuale.

Io non ci sto, e per cortesia amici (e non), non venitemi a dire che allora io preferivo i governi precedenti ! Perchè se allora friggevamo in padella, non significa affatto che mi piaccia ora essere tra le braci. Ormai anche il tempo di “rodaggio” (ammesso che ce lo si fosse mai potuto permettere) è terminato; quindi per favore non chiedetemi nemmeno di dare loro il tempo di lavorare … Perché poi, lavorano ?

Il tempo stringe e a me invece sembra che costoro non stiano facendo nulla di costruttivo, se non dilungarsi in un eterno litigio senza avere la minima cognizione e coscienza di ciò che sia la responsabilità del governo di una Nazione.

Si stanno sdoganando odio, rancore, ignoranza, superficialità e arroganza, quasi fossero valori positivi; si sta, questo si,  facendo di tutto per attizzare le braci in cui questi “eletti” ci stanno gettando.

Quindi no, non mi pare che ci sia nulla da concedere e ancor meno nulla di cui essere soddisfatti od orgogliosi.

Sono disposto a discutere, argomentare, e dialogare per cercare di capire ciò che forse è dovuto a un mio limite, ma ragionando di fatti e discutendo di idee con rispetto e cognizione.

Pretendere che si debba condividere ciò che per me è sciocco e stupido solo perché chi lo chiede è stato eletto (non da me per altro) o perché lo dicono i politicanti di turno (ora come allora), oppure pretendere che si stia zitti aspettando di vedere quello che succederà (rendendosi così complici al pari dei sostenitori) è decisamente scorretto, e secondo me solo un passo prima del pretenderlo con la forza.

Quindi inaccettabile.

Ciò di cui veramente, secondo me, dovremmo avere timore e quindi cercare di arginare con i mezzi che ciascuno ha, è la pigrizia intellettuale di accontentarsi degli slogan, fermandosi comodamente alla superficie dei problemi, la mancanza di curiosità sincera, l’ottusità di appiattirsi su idee altrui facendole proprie in modo acritico solo perché nell’immediato ci pare costino meno fatica, l’arroganza di chi avendo una conoscenza maggiore usa questo divario per alimentare il proprio potere anziché utilizzarla per condividerla a vantaggio proprio e di tutti (visto che è stato chiamato a responsabilità di governo).

S.C.M.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...